Lascia un commento

Parte della corda Re appartenuta a Paganini. Portion of Paganini's D string.

Parte della corda Re appartenuta a Paganini.
Portion of Paganini’s D string.

Lascia un commento

Pagina facebook/facebook page

Diventa fan di Niccolò Paganini su facebook alla pagina:

Become a fan of Niccolò Paganini on facebook at:

http://www.facebook.com/NiccoloPaganini.IlMaestro

10425001_905573112790479_224370789999187184_n

Lascia un commento

Lettera da Manchester

lettera Paganini2Estratto dall’ epistolario di Niccolò Paganini, edizione a cura di Edward Neill.

Lettera di Paganini all’ amico Germi, Manchester, 15 gennaio 1832

Lascia un commento

Paganini by Vasiukov

Niccolò Paganini by Peter Vasiukov

Fonte/source:

http://www.kartinu.com/picture/243.html

Lascia un commento

Paganini

Paganini

Lascia un commento

Paganini, Tartini… e il Diavolo! / Paganini, Tartini… and the Devil!

Paganini, Tartini... e il Diavolo! / Paganini, Tartini... and the Devil!

“Sell all your possession, pawn everything, but go to hear him.
This is the most astounding, the most surprising, the most wonderful,
the most miraculous, the most triumphant, the most bewildering,
the most incredible, the most extraordinary and the most unexpected thing that ever happened.
In a dream Tartini saw a devil playing a diabolic sonata, that devil was surely Paganini”
Written by Françoise Castil-Blase, Paris, 1831

“Vendete tutto ciò che possedete, impegnate ogni cosa, ma andate ad ascoltarlo.
Questa è la cosa più sbalorditiva, più sorprendente,
più meravigliosa, più miracolosa,
più trionfante, più disorientante, più incredibile,
più straordinaria e più inaspettata che sia mai capitata.
In un sogno Tartini vide un diavolo suonare una diabolica sonata,
quel diavolo era sicuramente Paganini”.
Testimonianza di Françoise Castil-Blase, Parigi, 1831

Image: caricature, Tartini dreams Paganini (from the web)
Immagine: Caricatura, Tartini sogna Paganini (dal web)

Lascia un commento

Il Carnevale di Paganini e Rossini/The Carnival of Paganini and Rossini

Tra il febbraio ed il marzo 1821, si trovavano a Roma Paganini e Rossini. Era il tempo glorioso della prima assoluta della rossiniana “Matilde di Shabran” al Teatro Apollo, a dare manforte all’ amico Rossini arrivò Paganini, che diresse l’ opera ed eseguì con la viola l’ assolo del corno che precede l’ aria di Raimondo nell’ atto secondo del melodramma.

Al di là degli impegni artistici i due amici musicisti, si concedevano anche qualche divertente momento di svago, ed essendo in prossimità del Carnevale……

“Erano a Roma Paganini e Rossini […] s’ avvicinava il carnevale e si disse una sera: “Combiniamo una mascherata” […] Si decise alla fine di mascherarsi da ciechi e cantare, come usano, per domandare l’ elemosina. Si misero insieme quattro versacci che dicevano “Siamo ciechi; siamo nati/ per campar di cortesia./ In giornata d’ allegria/ non si nega carità”. Rossini li mette subito in musica,  ce li fa provare e riprovare e finalmente si fissa d’ andare in scena il giovedì grasso […] Rossini e Paganini dovevano poi figurare l’ orchestra,  strimpellando due chitarre e pensarono vestirsi da donna. Rossini ampliò con molto gusto le sue già abbondanti forme con viluppi di stoffa ed era una cosa inumana! Paganini poi, secco come un uscio e con quel viso che pareva il manico del violino, vestito da donna, compariva secco e sgroppato il doppio. Non fo per dire […] ma si fece furore”[…].

……Paganini e Rossini organizzarono una mascherata come testimonia lo scritto tratto da le “Memorie” di Massimo D’ Azeglio.

Paganini and Rossini were in Rome between February and March 1821. This was the glorious time of the world premiere  of the opera by Rossini “Matilde of Shabran” at the Apollo Theatre. Paganini came to give help to his friend Rossini, conducting the opera and playing with viola the horn solo that precedes the air of Raimondo  in the second act.

Beyond the artistic engagements, the two friends also enjoyed themselves, and being near Carnival……

“Paganini and Rossini were in Rome […] carnival was near, and they said a night: “L’et’s organize a masquerade” […]  They decided to masquerade as blinds, and to sing, as the blinds do to beg. They created a song that said  “We are blinds: we were born/ to live on charity./ In the day of happyness/ is not danied charity”. Rossini set to music the verses, and they decided to go  to the scene on  Carnival Thursday […]  Rossini and Paganini played guitars desguised as woman. Rossini emphasized with clothes his round shapes and he was very funny! Paganini was very skinny, with the face like the neck of the violin, and with female dresses was even more skinny. […] It was a success” […].

…….Paganini and Rossini organized a masquerade, as evidenced  by the written taken from  “Memorie” by Massimo D’Azeglio.

http://www.facebook.com/NiccoloPaganini.IlMaestro

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 42 follower